Authors

S. Chekanov, Argonne National Laboratory
D. Krakauer, Argonne National Laboratory
S. Magill, Argonne National Laboratory
B. Musgrave, Argonne National Laboratory
A. Pellegrino, Argonne National Laboratory
J. Repond, Argonne National Laboratory
R. Yoshida, Argonne National Laboratory
Margarita C. K. Mattingly, Andrews UniversityFollow
P. Antonioli, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Sezione di Bologna
G. Anzivino, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Sezione di Bologna
G. Bari, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Sezione di Bologna
M. Basile, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Sezione di Bologna
L. Bellagamba, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Sezione di Bologna
D. Boscherini, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Sezione di Bologna
A. Bruni, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Sezione di Bologna
G. Bruni, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Sezione di Bologna
G. Cara Romeo, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Sezione di Bologna
M. Chiarini, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Sezione di Bologna
L. Cifarelli, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Sezione di Bologna
F. Cindolo, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Sezione di Bologna
A. Contin, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Sezione di Bologna
M. Corradi, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Sezione di Bologna
S. De Pasquale, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Sezione di Bologna
P. Giusti, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Sezione di Bologna
G. Iacobucci, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Sezione di Bologna
G. Levi, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Sezione di Bologna
A. Margotti, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Sezione di Bologna
T. Massam, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Sezione di Bologna
R. Nania, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Sezione di Bologna
C. Nemoz, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Sezione di Bologna
F. Palmonari, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, Sezione di Bologna

Document Type

Article

Publication Date

1-1-2002

Abstract

Diffractive dissociation of virtual photons, γ*p → Xp, has been studied in ep interactions with the ZEUS detector at HERA. The data cover photon virtualities 0.17 < Q2 < 0.70 GeV2 and 3 < Q2 < 80 GeV2 with 3 < MX < 38 GeV, where MX is the mass of the hadronic final state. Diffractive events were selected by two methods: the first required the detection of the scattered proton in the ZEUS leading proton spectrometer (LPS); the second was based on the distribution of MX. The integrated luminosities of the low- and high-Q2 samples used in the LPS-based analysis are ≃ 0.9 pb-1 and ≃ 3.3 pb-1, respectively. The sample used for the MX-based analysis corresponds to an integrated luminosity of ≃ 6.2 pb-1. The dependence of the diffractive cross section on W, the virtual photon-proton centre-of-mass energy, and on Q2 is studied. In the low-Q2 range, the energy dependence is compatible with Regge theory and is used to determine the intercept of the Pomeron trajectory. The W dependence of the diffractive cross section exhibits no significant change from the low-Q2 to the high-Q2 region. In the low-Q2 range, little Q2 dependence is found, a significantly different behaviour from the rapidly falling cross section measured for Q2 > 3 GeV2. The ratio of the diffractive to the virtual photon-proton total cross section is studied as a function of W and Q2. Comparisons are made with a model based on perturbative QCD.

Journal Title

European Physical Journal C

Volume

25

Issue

2

First Page

169

Last Page

187

DOI

10.1007/s10052-002-1003-1

First Department

Physics

Acknowledgements

Open access article retrieved March 17, 2021 from https://link.springer.com/content/pdf/10.1007/s10052-002-1003-1.pdf

Included in

Physics Commons

Share

COinS